Facebooktwittergoogle_plus

Non solo agricoltura biologica, ovvero la coltivazione che consente solo l’impiego di sostanze naturali e presenti in natura ma anche agricoltura biodinamica.

L’Azienda Guerzoni ha sempre puntato sulla biodinamica come elemento e scelta distintiva. Una delle prime aziende in Italia, l’Acetaia Guerzoni è oggi conosciuta in tutto il mondo per il suo aceto che nasce dall’applicazione dei metodi, delle regole e della tecnica biodinamica.

L’agricoltura biodinamica è un metodo di coltura fondato sulla visione spirituale antroposofica del mondo elaborata dal filosofo ed esoterista Rudolf Steiner e che comprende sistemi sostenibili per la produzione agricola, in particolare di cibo, che rispettino l’ecosistema terrestre includendo l’idea di agricoltura biologica e invitando a considerare come un unico sistema il suolo e la vita che si sviluppa su di esso.
Due principi che si possono ritenere tipici della teoria biodinamica di Steiner hanno a che vedere col compostaggio e con le fasi della Luna.
Se parte delle pratiche codificate nella biodinamica hanno una radice scientifica  (ad esempio il “sovescio”, cioè la sepoltura di particolari piante a scopo fertilizzante e la “rotazione delle colture”) altre pratiche hanno una maggiore utilità pratica. Ad esempio, una pratica ritenuta di fondamentale importanza consiste nello spruzzare il terreno con “preparati biodinamici”, ottenuti da letame, polvere di quarzo o sostanze vegetali, in diluizione omeopatica.

La proposta di Steiner per l’agricoltura biodinamica è legata ad alcuni preparati naturali reperibili in azienda. Una cosa simile al concetto usato in omeopatia. La tecnica è molto utile soprattutto per rafforzare le piante sia dal punto di vista radicale che nelle foglie.

Anche la concimazione avviene seguendo un preciso calendario usando prevalentemente letame di mucca maturato con l’ aggiunta di alcune in piccole dosi di sostanze vegetali biodinamiche.

Il letame così preparato ha una energia molto superiore e può aiutare le piante a crescere forti e robuste.

 

Gli strumenti operativi più importanti dell’agricoltore biodinamico sono:

  • Le rotazioni agricole
  • I preparati biodinamici
  • Il compostaggio sia in cumuli con i preparati biodinamici o con trattamenti di superficie
  • Il calendario lunare e planetario per le semine e per le operazioni colturali
  • Le lavorazioni non distruttive del terreno
  • La concimazione di qualità attraverso sovesci particolari e concimazione con compost biodinamici

Gli obiettivi della biodinamica non sono diversi da quelli dell’agricoltura tradizionale:

  • mantenere la terra fertile;
  • mantenere in buona salute le piante;
  • accrescere la qualità dei prodotti

 

A certificare i prodotti biodinamici, e’ l’ente Demeter International, associazione nata in Germania da cui anche l’Azienda Guerzoni ha ottenuto la certificazione.