Facebooktwittergoogle_plus

Anche l’Acetaia Guerzoni sbarca al Vinitaly. La fiera del vino più famosa al mondo, che proprio quest’anno ha celebrato i suoi 50 anni, ha visto la partecipazione di Guerzoni in collaborazione con la cantina vinicola Mont’Albano nello spazio dedicato al biologico.

Di rilievo l’incontro con l’azienda che produce rossobastardo con la quale, Guerzoni condivide parte del progetto di produzione dell olio di semi di uva Demeter. Insieme hanno discusso della produzione dell’olio e dell’utilizzo dell’uva a 360 gradi.

“Abbiamo incontrato tantissimi produttori di vino biodinamico, afferma Lorenzo Guerzoni, titolare dell’Azienda Guerzoni, un movimento sempre in crescita. Parte di questi produttori sono certificati demeter ma parte hanno deciso di fare un autocertificazione e quindi si dichiarano biodinamici senza però essere certificati. La tendenza per il vino è quella di produrre in modo sempre più naturale senza solfiti e da agricoltura sostenibile. Ma questo viene intepretato in modo diverso da ciascun produttore. Per la prima volta ho sentito discutere da alcuni esperti della possibilità di chiedere allo stato italiano di riconoscere la Biodinamica con una legge chiara che unisca tutti i movimenti cone è  stato fatto nel biologico”.

Se al Vinitaly il vino era sicuramente il protagonista, la presenza delle acetaie, rispetto agli scorsi anni, sembra essere diminuita.

 

Il prossimo appuntamento per l’Azienda di Modena e’ la fiera, Natural Organic di Londra.